comune provincia maiuscolo o minuscolo

I linguisti si mostrano poco interessati al tema e molti giornali hanno tendenza a un largo uso di maiuscole. Registered office address: C4DI @TheDock, 31-38 Queen Street, Hull, England, HU1 1UU E' stato fatto notare dall'utente Doc Taxon che la voce Colosso di san Carlo Borromeo è scritta con il "san" al minuscolo e a suo parere dovrebbe essere invertita a Colosso di San Carlo Borromeo con il "san" maiuscolo. Buona lettura! de Primariasociale. L’intenzione di chi, senza presunzione, ha scritto questo saggio – un giornalista, non un linguista – è stata, come già detto, di garantire una certa uniformità e coerenza al linguaggio dell’informazione, che tanto si ripercuote nel linguaggio dei cittadini. L’uso corrente dà l’iniziale minuscola ai nomi che indicano nazionalità, etnie o appartenenza a regioni geografiche, sia che siano aggettivi, sia che siano aggettivi sostantivati: “italiani”, “francesi”, “toscani”, “scozzesi”,”zingari”. Forse sì, se è quella Giunta (come, sopra, quel Consiglio dei ministri e quel Consiglio comunale). Iniziale maiuscola o iniziale minuscola? Per l’Adriatico, la parola mare può essere sia maiuscolo sia minuscolo. Prima di tutto un’esortazione: meno maiuscole si usano, meglio è; senza tante maiuscole a sproposito il testo è più “pulito”, potremmo dire “più “democratico”. Sull'uso delle maiuscole . Principi generali • Ogni discorso si inizia sempre con la lettera maiuscola, la lettera maiuscola va sempre usata dopo il punto fermo, dopo un punto esclamativo e interrogativo. Ma è chiaro che questo procedimento per ovvii motivi non può essere imposto anche al parlato o a certi registri non troppo formali. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Ad esempio: la famiglia di drink alcolici a base di Martini, a cui ci si riferisce come Martini, va scritta maiuscola o minuscola? Ovviamente minuscola se il sostantivo diventa aggettivo: “un esponente pd”, “ un militante udc”. L’unica soluzione – storicamente e cioè contingentemente condizionata dalla realtà sociopolitica e culturale in cui operiamo – è di fissare delle norme che rispettino quanto più possibile la logica e qualche uso prevalente. Clicca sulla parola corretta Chestionar. Termini geografici come capo, colle, isola, lago, mare, monte, oceano, porto, valle e altri hanno ovviamente l’iniziale minuscola se sono usati come nomi comuni; prendono però l’iniziale maiuscola se precedono una identificazione geografica e ne diventano parte integrante; per esempio: “Capo di Buona Speranza”, “Capo Verde, Colle Val d’Elsa, Costa Azzurra, Isola del Liri, Isola d’Elba, Lago Maggiore, Mare del Nord, Monte Bianco, Oceano Pacifico, Porto Recanati, Valle d’Aosta. Minuscola anche per “maggioranza” e “opposizione”, per “destra”, “sinistra”, “centrodestra” e “centrosinistra”; ma “Destra” con la maiuscola se è il raggruppamento politico che governò l’Italia dal 1861 1l 1876 e “Centro” se è il partito fondato dai cattolici tedeschi nel 1870. consiglio. Tutto DA maiuscolo a minuscolo Word. Cominciamo con accademia. Se scriviamo … In genere vanno scritte con l’iniziale minuscola se intesi come nomi comuni (l’elezione del presidente avverrà domenica prossima). Il nome di una materia scolastica è, in fondo, un nome proprio che, come tale, richiederebbe la maiuscola. Es. In che modo un nome comune acquista il valore di nome proprio? Così per “Senato” (ma con l’iniziale minuscola i “senati accademici universitari”), così per “Parlamento” (ma i “parlamenti dell’epoca feudale”). Chi ha scritto la frase "nei toponimi composti, il nome comune andrà in minuscolo e il nome proprio andrà in maiuscolo (es. Ciao a tutti, vi scrivo perché ho un paio di dubbi che spero mi aiutiate a risolvere... Nessun problema. 22-set-2019 - Esplora la bacheca "CORSIVO" di sara romio, seguita da 168 persone su Pinterest. Vado a dormire. (prima parte) on Zanichelli Aula di lingue | Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, oggi vedremo quali sono i criteri generali per scegliere se scrivere una parola con la lettera maiuscola o con la lettera minuscola. Così il “Corriere della sera”, l’”Osservatore romano”, il “Messaggero”, il “Manifesto”, il “Secolo d’Italia”. de Marikaindorato. Uso delle maiuscole e minuscole . Ovviamente “san” e “santo e “santa” prendono l’iniziale maiuscola se sono parte integrante di una denominazione: “la chiesa di San Pietro”, “la città di San Francisco”, “il lungomare di Santa Lucia”, “Castel Sant’Angelo” (qui maiuscola anche per Castel, perché parte integrante della denominazione). Per l’Adriatico, la parola mare può essere sia maiuscolo sia minuscolo. E così, specie nel linguaggio della politica, si leggono grafie diverse, spesso nello stesso giornale: Consiglio dei Ministri, Consiglio dei ministri, consiglio dei Ministri, consiglio dei ministri; Ministro degli Esteri, Ministro degli esteri, ministro degli Esteri, ministro degli esteri; Popolo della libertà, Popolo della Libertà; Democrazia Cristiana, Democrazia cristiana; Pdl e pdl; UE e Ue; USA e Usa; Brigate rosse e Brigate Rosse e così via. Per i nomi comuni che possono prendere l’iniziale maiuscola abbiamo già detto che non esiste una regola scientificamente certa; non esiste e non può essere stabilita. I nomi comuni indicano intere categorie di persone, di animali, di cose e di concetti; i nomi propri indicano un particolare “individuo” di persone, di animali, di luoghi e di cose. Grazie mille, Adriana. Maiuscola solo nei pochi casi in cui è l’iniziale di una denominazione storico-politica: “Repubblica Ceca”, “Repubblica di Salò”, “Repubblica Sociale Italiana (Rsi)”. Analoga riflessione per i nomi di importanti movimenti politici o culturali ed artistici. Primaria Classe prima Italiano stampatello minuscolo. 1 0. Parola di incerto valore quando, con l’aggiunta “dei ministri”, indica l’organismo di governo che in democrazia esercita il potere esecutivo. costituzione. Per antiche abitudini mentali che da epoche politicamente lontane si sono trasmesse per misteriose eredità psichiche anche alle nuove generazioni, la tendenza è di usare la maiuscola in tutti i casi, quando non significa “condizione” o “modo d’essere”, ma si riferisce all’entità giuridica e politica creata dalla società civile. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy. ), titoli reverenziali (“altezza reale”, “santità”, “eccellenza”, “eminenza”). Anche “Repubblica Italiana”; è nella Carta costituzionale. Qualche esempio: “chiesa di San Giovanni”, “andare a San Giovanni”; “basilica di San Pietro”, “visitare San Pietro”. Iniziale maiuscola? Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, oggi vedremo quali sono i criteri generali per scegliere se scrivere una parola con la lettera maiuscola o con la lettera minuscola.. Buona lettura! Per fortuna l’uso, anche se motivato da ragioni di rispetto, ha dato la maiuscola a “Cristianesimo” e quindi anche a “Valdismo”, “Islamismo” (e”Islam”) e “Buddismo”. Non regole scientifiche, quindi, ma regole pratiche e facilmente memorizzabili. Commento Alcuni esempi ci aiuteranno a … Si capisce dunque la ragione dell’uso antico e oggi forse crescente ma pur sempre limitato di FIDEIUBENTE, che non è ancora arrivato ai vocabolari della lingua comune, per quanto il GDLI (fonte di quasi tutti gli altri successivi) lo registri, sia pur citandone la riprovazione (“inutile latinismo”) di … Lernen Sie die Übersetzung für 'maiuscolo' in LEOs Italiano ⇔ Tedesco Wörterbuch. : mar Mediterraneo, monte Amiata, lago Trasimeno, oceano Atlantico, provincia di Napoli, contea di Los Angeles), tranne nel caso in cui il nome comune … E’ un criterio pericoloso; si rischia un’inflazione di maiuscole (non solo “papa” e “presidente”, ma anche a “mio cugino”). Non dovrebbero esserci incertezze. Bene “Occorre costituire una associazione di lavoratori”, ma “Associazioni cristiane lavoratori italiani (Acli). È meglio la maiuscola se, invece, il nome incarna la persona: il Papa ha parlato a una moltitudine di persone. Lascerei Grandi Magazzini in maiuscolo, perché anche se non è un'istituzione, nell'insieme, specialmente all'interno del tuo argomento di tesi, sono da trattare come tali. repubblica. Risposta. L’iniziale è maiuscola (e minuscole le altre lettere) per gli acronimi di organismi la cui iniziale è maiuscola (per esempio “Usa”, “Ue”, “Onu”, “Nato”, “Cia”,“ Eni”, “Anm”, “Cgil”, “Istat”, “Enel”, “Fao”, “Pd”, “Pdl”, “Ansa”); l’iniziale è minuscola per gli acronimi di denominazioni comuni; alcuni hanno il valore di nomi comuni :“tir”, “pm” (ma meglio, in giornalismo, “pubblico ministero” per esteso), “imu”, “irpef”, “iva”, “odg”, “pil” (ma meglio “prodotto interno lordo”), “btp“, (ma, meglio, “buoni del tesoro poliennali”), “pc”, “gmt”, “ok”; alcuni hanno il valore di aggettivi (“vip”, “doc”). Gli organismi interessati usano l’iniziale maiuscola anche per i nomi e gli aggettivi che seguono il nome principale, ma speriamo che accettino un diverso uso giornalistico, tanto più che hanno già accettato che la loro sigla-acronimo da tutta maiuscola (per esempio CGIL) sia maiuscola solo nell’iniziale (Cgil). Dal momento che la lingua serve per comunicare, se la scelta che facciamo comunica esattamente il nostro pensiero, le nostre intenzioni, allora è la scelta giusta. Sempre iniziale minuscola. La regola grammaticale è semplice: iniziale maiuscola per i nomi propri, iniziale minuscola per i nomi comuni. Sono aggettivi, e quindi l’iniziale è minuscola, anche per gli iscritti a un partito (“pd”, “dc”). Uso delle maiuscole e minuscole. Nel linguaggio giornalistico conviene adottare un criterio uniforme di compromesso e molto semplice (così come si dice parlando): articolo, anche quando non c’è, poi con la lettera maiuscola il nome e con la lettera minuscola il nome comune o l’aggettivo, se ci sono, che seguono. Lascerei Grandi Magazzini in maiuscolo, perché anche se non è un'istituzione, nell'insieme, specialmente all'interno del tuo argomento di tesi, sono da trattare come tali. Qua Forlì è riportato in modo corretto F maiuscolo e tutto il resto minuscolo con l'accento e non l'apostrofo. O potrebbe individuare nella mia scelta un errore? Alcuni cognomi italiani sono preceduti da preposizioni (da, de, di, del, della, degli, dagli), che hanno in genere il valore di patronimico e prendono l’iniziale maiuscola essendo diventate parte integrante del cognome (per esempio, “Da Col”, “De Nicola”, “Della Santa”, “De Gasperi” (che esiste anche come “Degasperi”). Per fortuna il problema generale è circoscritto. Tralasciando i casi più banali come Coca Cola (marchio registrato, con maiuscole come da marchio) e vino (nome comune, minuscolo), come ci si comporta con drink che non sono nomi commerciali? Uno dei fenomeni più vistosi, tra quelli che ognuno può agevolmente osservare leggendo opere di ogni tipo, da quelle di divulgazione, ai manuali scolastici, ai saggi, alle riviste, ai giornali…, è quello del ricorso continuo alle iniziali minuscole a danno delle maiuscole. Maiuscolo se usati come sostantivi (I Latini vinsero la guerra) 2. I cognomi. C’è incertezza per le designazioni di avvenimenti storici, ma sembra che l’iniziale maiuscola, per le ragioni dette più volte, sia opportuna in molti casi; per esempio: “Rivoluzione francese,” “Rivoluzione d’Ottobre”, “Trattato di Versailles”, “Guerra dei Trent’anni”, “Scisma di Occidente”. Il maiuscolo imho serve, ma non so se va messo in maiuscolo anche l'aggettivo (come in Golfo Persico) o solo "Repubblica".--Il Duca. In più modi. Password Il campo "Password" è password deve contenere: almeno 8 caratteri, 1 carattere maiuscolo e 1 minuscolo, 1 numero e 1 carattere speciale. ), titoli nobiliari e istituzionali (“re”, “presidente”, “principe”, “duca”, “conte”, “marchese” ecc. Proudly powered by WordPress | Theme: Content by SpiceThemes. Si può però, e anzi a volte è consigliato, scriverlo in maiuscolo se possono sorgere Coerentemente all'uso comune, alcune sigle possono essere scritte con la sola iniziale maiuscola nel caso di denominazioni proprie (Fiat, Saab, ecc.) Altro motivo è l’intenzione di caratterizzare la parola usata, allo scopo di dare ad essa un particolare significato o una particolare rilevanza. Parlamento, Stato/Stati (ma: città-stato), Università di (quando si riferisce ad un ateneo in particolare: Università di Firenze, ma la riforma dell’università), Rom… Quando? nomi comuni e nomi propri Sortare în funcție de grup. “Internet” va scritto maiuscolo o minuscolo? «Le discipline vanno in maiuscolo se indicano la materia di insegnamento o di studio, in minuscolo in tutti gli altri casi». Nella provincia autonoma di Bolzano si rileva una particolare situazione di trilinguismo; vi si parla il tedesco, l'italiano ed il ladino. Iniziali maiuscole per certe denominazioni straniere: “Fifth Avenue”, “Times Square”, “Champs-Elisées”. E’ così, per esempio, che i nomi che indicano i mesi e i giorni della settimana hanno perso nel tempo la loro iniziale maiuscola, come in francese, ma non in inglese. Così per autostrada: “autostrada del Sole”, “autostrada dei Fiori”; ma “Autosole” e “Autofiori”, se proprio si vogliono usare questi bruttissimi termini. La stessa vecchia retorica spiega l’eventuale iniziale maiuscola di patria. Affrontiamo allora il problema, cercando classificazioni semplici e facilmente memorizzabili, insieme a qualche suggerimento. Il problema che si pone è quello dei nomi comuni che prendono o possono prendere l’iniziale maiuscola. Vediamo altri casi: “Consiglio di stato”, “Consiglio d’Europa” (o “Consiglio europeo”)¸ “Consiglio di Sicurezza” (dell’Onu). La maggior parte dei nomi comuni che in determinati casi prendono l’iniziale maiuscola si trova soltanto in alcune aree: politica, economica, sociale; e anche culturale e scientifica. Grazie mille per il chiarimento, mi è stato molto utile. Non si vede motivo perché abbia l’iniziale maiuscola e la storia non gliene ha dato il diritto. Per i titoli di opere letterarie, di film e di composizioni musicali, si può accettare l’uso che da tempo è più diffuso: iniziale maiuscola solo per la prima parola (anche se è un articolo che ne è parte integrante): “La divina commedia”, “I promessi sposi”, “Alla ricerca del tempo perduto”, “Se questo è un uomo”, “Otto e mezzo”. Sono le maiuscole che possiamo chiamare “reverenziali”, caratteristica di tanti nomi e aggettivi; come in: Re, Altezza Reale, Presidente, Papa, Vescovo e Arcivescovo, Cardinale, Monsignore, Generale, Dottore, Professore, Avvocato, Ingegnere, Architetto, Cavaliere, Signore, Commendatore, Grande Ufficiale, Sua Eccellenza e Sua Eminenza, Onorevole, Donna, Sindaco, Prefetto, Ambasciatore, Console, Ministro, Ammiraglio, Principe, Conte, Marchese, Barone e Duca, Suor, Don e Fra. Un’utente (OE o Stazione Appaltante) che accede al sistema per creare la propria utenza (o per modificarla) deve specificare una password che soddisfi almeno i seguenti criteri: - lunghezza minima 8 caratteri - almeno un carattere minuscolo - almeno un carattere maiuscolo - almeno un numero - non sia uguale alla userid camera. Commento L’eccezione è giustificata dal fatto che la materia di insegnamento e/o di studio indica un campo specifico e ben delimitato, e pertanto va trattata alla stregua di un nome proprio. Iniziale maiuscola se si intende un particolare organo amministrativo, cioè quel Comune fatto di persone e di funzioni: “Il Comune di Roma ha deciso…”; ma minuscola in “comune montano”, “l’età dei comuni”, “la piazza del comune”; e anche “la popolazione del comune di Roma”. Category Education; Show more Show less. palazzo. Volete trasformare una frase da minuscolo a maiuscolo o il contrario? Il corsivo si usa quando si vuole evidenziare la parola straniera nel testo. Analoghe considerazioni per “Camera dei deputati” con iniziale maiuscola (ma iniziale minuscola a camere riunite”); in questo caso “camera” significa il particolare organo legislativo previsto dalla Carta costituzionale. Fertile è il linguaggio della burocrazia: Azienda, Ente, Società, Istituto, Scuola, Università, Amministrazione, Consiglio, Presidenza, Segreteria, Commissione, Coordinamento, Direzione e Direttivo, Esecutivo; si è visto anche Portineria e Biglietteria; in questo modo nascono forse anche Piazza, Via, Corso, Largo; e l’aula del Senato che diventa Aula. In questi casi prende l’iniziale maiuscola anche l’aggettivo che fa parte integrante dell’espressione; così Unione Sovietica, Democrazia Cristiana, Stati Uniti d’America. Quando si scrive "nel Comune di Roma" la "C" di comune va scritta maiuscola o minuscola? Le norme fin qui suggerite non corrispondono al cento per cento né alle norme sostenute dai linguisti, spesso in contraddizione fra loro, né ai criteri seguiti da questo o quel giornale. comune. La logica è semplice: un nome comune è “comune” (e perciò prende l’iniziale minuscola) perché serve a indicare un molteplicità di persone, di animali, di cose e di concetti. Per le ricorrenze non ci sono problemi: “Natale”, “Capodanno”, “Pasqua”, “Corpus Domini”, “Quaresima”, “Primo Maggio” e “Festa del Lavoro”, “Venticinque Aprile”; iniziale maiuscola, in questi casi, anche per l’eventuale nome che segue (e che ne è parte integrante). Prendiamo, ad esempio, storia.In un contesto non specifico è un nome comune: «mi piace studiare la storia d'Italia». Maiuscolo sui santi. FAO, USA o CGIL; non F.A.O., U.S.A. o C.G.I.L.). Se però costituiscono la parte iniziale dell’indicazione di un ente specifico vanno in maiuscolo, mentre i termini seguenti vanno in minuscolo quando non delimitino il campo di competenza». “Guerra Fredda”, “Venticinque Aprile”. Quindi nessuna incertezza: “stato di diritto”, “stato federale”, “stato di polizia”, “stato laico”, “stato sociale”, “stato unitario” e così via; anche “uomo di stato”, le “leggi dello stato”, “polizia di stato”, “monopolio di stato”, “esame di stato”. Tralasciando i casi più banali come Coca Cola (marchio registrato, con maiuscole come da marchio) e vino (nome comune, minuscolo), come ci si comporta con drink che non sono nomi commerciali? Il problema è complicato anche dall’uso, cioè da quelle norme non scritte e nate da pratiche ricorrenti che spesso vengono seguite senza razionale e scientifica omologazione. In tutti questi casi, quindi, “chiesa” (o “basilica”) mantiene l’iniziale minuscola. Un nome proprio è “proprio” (e perciò prende l’iniziale maiuscola) perché appartiene a qualcuno o a qualcosa; è … Più o meno come “regione”. geografico, allora anche il nome comune del luogo va in maiuscolo) Il Mar Rosso, il Lago Maggiore, il Golfo Persico, l’Isola Bella, il Monte Bianco, il Monte Rosa, la Foresta Nera.

Un Incontro Inatteso B Con Percorso Le Origini Della Letteratura, Lo Sceicco Bianco Cast, Solitari Con Le Carte Pdf, Gatto Entra In Casa Dei Vicini, Chanel Silence Canzone Traduzione, Differenza Tra Re E Imperatori Di Roma, Un Incontro Inatteso B Con Percorso Le Origini Della Letteratura,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *